“A Bordeaux c’è una grande piazza aperta”, di Hanne Ørstavik.

In libreria “A Bordeaux c’è una grande piazza aperta” (Det finnes en stor åpen plass i Bordeaux, 2013), primo romanzo tradotto in italiano della norvegese Hanne Ørstavik.
Un compito difficile, quello della Ørstavik; è difficile lavorare sulle tematiche del sesso e del sentimento, bilanciandosi fra implicito ed esplicito. Leggendo le critiche norvegesi Ørstavik, che sostiene di essere stata più esplicita che nelle precedenti opere (è il suo decimo romanzo), appare essere in parte riuscita nel compito. Il critico della Nrk lo definisce “il romanzo più intenso della scrittrice negli ultimi anni”.
Editore Ponte alle Grazie, febbraio 2018, pp. 222, 16 euro.

https://www.goodreads.com/book/show/38536553-a-bordeaux-c-una-grande-piazza-aperta

38536553

Cover norvegese:

innbundet
Recensioni ed interviste:
https://convenzionali.wordpress.com/2018/02/15/a-bordeaux-ce-una-grande-piazza-aperta/
https://www.sololibri.net/Bordeaux-piazza-aperta-Orstavik.html
https://www.dagsavisen.no/kultur/boker/fransk-apning-1.297128
https://www.aftenposten.no/kultur/i/oRJ9g/–Min-mest-seksuelle-roman-hittil
https://www.nrk.no/kultur/bok/nattleg-jakt-etter-kjaerleiken-1.11251820
https://www.dagbladet.no/kultur/utforsker-seksualitetens-mangfold-i-ny-roman/62185149
https://www.vg.no/rampelys/bok/bokanmeldelse/bokanmeldelse-hanne-oerstavik-det-finnes-en-stor-aapen-plass-i-bordeaux/a/10152214/

Annunci

“Il cacciatore di orfani”, di Yrsa Sigurðardóttir (tradotto, purtroppo, dall’inglese).

In libreria “Il cacciatore di orfani” (DNA) di Yrsa Sigurðardóttir, edito da Mondadori. Avremmo voluto parlarne ma l’entusiasmo si è affievolito nello scoprire che Mondadori non ha tradotto il testo direttamente dall’islandese. Stefano Massaron ha utilizzato per la traduzione la versione inglese di Victoria Cribb.
Cribbio!, viene da dire, sono cose che nel 2018 non si fanno!
Peccato. Ci procureremo la versione inglese (The Legacy).

https://www.goodreads.com/book/show/37884959-il-cacciatore-di-orfani

 

37884959

“Hotel Silence” (Ör), di Auður Ava Ólafsdóttir

E’ in libreria Hotel Silence (Ör,ovvero La Freccia), di Auður Ava Ólafsdóttir, eletto Libro dell’anno dai librai islandesi nel 2017.
E’ il racconto delle sorprendenti avventure alla scopertà di sè e di una nuova ragione di vita, compiuto da un uomo di mezza età. Un’opera intensa.

https://www.goodreads.com/book/show/36911653-hotel-silence

36911653

Cover islandese:

c396r-1200x1812

 

Articoli e recensioni:
http://icelandreview.com/news/2017/02/09/icelandic-literary-awards-presented
http://www.ruv.is/frett/or-audur-ava-olafsdottir
http://thrillernord.it/hotel-silence/
https://www.publishersweekly.com/978-0-8021-2750-1
https://themrsliterary.com/2017/09/12/arc-book-review-hotel-silence-by-auour-ava-olafsdottir/

“Incubo di famiglia”, di Mikaela Bley. Il ritorno di Ellen Tamm

E’ tornata Ellen Tamm, la giornalista di cronaca nera protagonista di “Segreto di famiglia” (Lycke). La ritroviamo nel secondo romanzo della svedese Mikaela Bley, intitolato in Italia (poco creativi alla Newton Compton) “Incubo di famiglia” (Liv, ovvero Vita, 2016). La Bley, giornalista del canale TV4, ha costruito un romanzo che è una continuazione indipendente del precedente. In patria ben valutato e ritenuto migliore del primo titolo.
Newton Compton, ottobre 2017, pp. 380, 10 euro.

https://www.goodreads.com/book/show/36473247-incubo-di-famiglia

36473247

 

Cover svedese:

30198278

Recensioni:
https://www.bokus.com/bok/9789174616125/liv/
http://www.bt.se/kultur-noje/bleys-nya-ar-en-bladvandare/
http://nissescherman.blogspot.it/2016/09/mikaela-bley-liv-bokomdome.html
https://johannasdeckarhorna.wordpress.com/2016/12/16/liv-av-mikaela-bley/
http://stambergadinchiostro.altervista.org/review-party-incubo-famiglia-mikaela-bley/
http://sugarpulp.it/incubo-di-famiglia-recensione/
http://thrillernord.it/incubo-di-famiglia/

“Anime senza nome”, di Michael Hjorth & Hans Rosenfeldt

Sono nuovamente in libreria Michael Hjorth e Hans Rosenfeldt, con il terzo capitolo dedicato alla saga di Sebastian Bergman, “Anime senza nome” (Fjällgraven, 2012). Ambientato nella montagnosa regione dello Jämtland, nella Svezia centrale; definito in qualche recensione come un testo più debole rispetto ai precedenti, ha comunque ottenuto in patria un buon riscontro di pubblico.
Einaudi, novembre 2017, pp. 608, 21 euro.

36593328

Cover svedese:

16142290
Recensioni:
http://www.hn.se/nöje/böcker/personliga-problem-tar-över-i-deckare-1.3245317
http://bokbloggen.marlenes.nu/2012/12/fjallgraven-spanning-pa-hog-hojd.html

“Selfie”, di Jussi Adler-Olsen

In libreria Selfie (Selfies) di Jussi Adler-Olsen. E’ la settima puntata della serie dedicata alla Sezione Q.
Mentre una serie di crimini colpisce Copenaghen, la Sezione Q è priva di Rose, l’assistente di Carl Mørck, scomparsa nel nulla…
Secondo il Berlingske qui Jussi è complessivamente al suo meglio, anche se si notano caratteri troppo carichi e qualche momento di noia.
Marsilio, ottobre 2017, pp. 538, 19 euro.

https://www.goodreads.com/book/show/36438610-selfie

36438610

Cover danese:

31557100

 

Recensioni DK:
http://vildmedkrimi.dk/anmeldelse-selfies-af-jussi-adler-olsen/
http://politiken.dk/kultur/boger/skonlitteratur_boger/art5549486/Jussi-Adler-Olsen-leverer-varen-med-masser-af-spænding
https://www.dr.dk/nyheder/kultur/boeger/danske-anmeldere-roser-ny-jussi-adler-olsen-bog
https://www.b.dk/kultur/jussi-adler-olsens-nye-bog-er-et-skarpt-samfundsselvportraet
https://ekstrabladet.dk/flash/boeger/efterforskeren-og-krimiforfatteren-saadan-er-jussis-nye-bog/6332573

Recensioni Italia:
http://thrillernord.it/selfie/

Fiabe svedesi

Dopo quelle lapponi, danesi ed islandesi arrivano, dall’editore Iperborea, le Fiabe svedesi, volume a cura di Bruno Berni; è una selezione dalle Svenska folk-sagor ock äfventyr raccolte nell’800 da Gunnar Hylten-Cavallius e George Stephens.
Iperborea, ottobre 2017, pp.185, 16 euro.

https://www.goodreads.com/book/show/36052775-fiabe-svedesi
36052775

Qui l’originale:
https://archive.org/details/svenskafolksago00stepgoog