“La città degli orsi” (Björnstad) di Fredrik Backman

Sono numerosi gli arrivi in libreria di autori nordici. Cerchiamo di presentarli (quasi) tutti.
Iniziamo da La città degli orsi (Björnstad, 2016) di Fredrik Backman (l’autore di testi come L’uomo che metteva in ordine il mondo, Mia nonna saluta e chiede scusa, Britt-Marie è stata qui; l’uomo che da camionista ad Helsingborg si è trasformato in scrittore di rilevanza mondiale).
Il sesto libro di Backman è un volume con minore presenza di spunti “leggeri” rispetto ai precedenti, con aspetti dark ed un un maggior numero di personaggi da seguire. Björnstad, la Città degli Orsi, piccola e sperduta in qualche punto del nord della Svezia, in mezzo ai boschi, un luogo per cui l’Hockey è tutto. Il testo lavora sull’importanza dello sport nelle relazioni umane di una piccola comunità. Per la critica svedese è un romanzo sulle famiglie, l’amicizia, la lealtà, le disuguaglianze, la vulnerabilità femminile, la genitorialità. Ed anche un romanzo sulle classi, sull’essere un adolescente, diventare adulti, invecchiare. Tristezza, amore e grandi segreti.
Il seguito (Vi mot er ) è già stato pubblicato in Svezia.
Mondadori, giugno 2018, pp. 450, 20 euro.

https://www.goodreads.com/book/show/40664764-la-citt-degli-orsi

40664764

Cover svedese:

9789137151533

Recensioni ed articoli:
http://www.gp.se/kultur/backmans-nya-romanserie-en-bladv%C3%A4ndare-1.3891095
https://www.jp.se/article/backmans-nya-bok-har-for-stort-hjarta/
https://justnujusthar.com/2016/09/21/recension-bjornstad-av-fredrik-backman/
http://www.boktugg.se/2017/02/03/fredrik-backmans-bjornstad-blir-tv-serie/

Annunci

“Incubo di famiglia”, di Mikaela Bley. Il ritorno di Ellen Tamm

E’ tornata Ellen Tamm, la giornalista di cronaca nera protagonista di “Segreto di famiglia” (Lycke). La ritroviamo nel secondo romanzo della svedese Mikaela Bley, intitolato in Italia (poco creativi alla Newton Compton) “Incubo di famiglia” (Liv, ovvero Vita, 2016). La Bley, giornalista del canale TV4, ha costruito un romanzo che è una continuazione indipendente del precedente. In patria ben valutato e ritenuto migliore del primo titolo.
Newton Compton, ottobre 2017, pp. 380, 10 euro.

https://www.goodreads.com/book/show/36473247-incubo-di-famiglia

36473247

Cover svedese:

30198278

Recensioni:
https://www.bokus.com/bok/9789174616125/liv/
http://www.bt.se/kultur-noje/bleys-nya-ar-en-bladvandare/
http://nissescherman.blogspot.it/2016/09/mikaela-bley-liv-bokomdome.html
https://johannasdeckarhorna.wordpress.com/2016/12/16/liv-av-mikaela-bley/
http://stambergadinchiostro.altervista.org/review-party-incubo-famiglia-mikaela-bley/
http://sugarpulp.it/incubo-di-famiglia-recensione/
http://thrillernord.it/incubo-di-famiglia/

“Anime senza nome”, di Michael Hjorth & Hans Rosenfeldt

Sono nuovamente in libreria Michael Hjorth e Hans Rosenfeldt, con il terzo capitolo dedicato alla saga di Sebastian Bergman, “Anime senza nome” (Fjällgraven, 2012). Ambientato nella montagnosa regione dello Jämtland, nella Svezia centrale; definito in qualche recensione come un testo più debole rispetto ai precedenti, ha comunque ottenuto in patria un buon riscontro di pubblico.
Einaudi, novembre 2017, pp. 608, 21 euro.

36593328

Cover svedese:

16142290
Recensioni:
http://www.hn.se/nöje/böcker/personliga-problem-tar-över-i-deckare-1.3245317
http://bokbloggen.marlenes.nu/2012/12/fjallgraven-spanning-pa-hog-hojd.html

“Tre minuti”, di Anders Roslund e Börge Hellström.

Tornano nelle librerie italiane Anders Roslund e Börge Hellström, con “Tre minuti”, pubblicato in Svezia nel 2016 (Tre Minuter).
Come nel precedente volume, Tre secondi, il protagonista è Piet Hoffmann, infiltrato della polizia, questa volta alle prese con le mafie del narcotraffico sudamericano.
La nota triste del libro è la morte, avvenuta nel febbraio di quest’anno, a 59 anni, di uno dei due autori, Börge Hellström.
Einaudi, novembre 2017, pp. 616, 22 euro.

https://www.goodreads.com/book/show/36427374-tre-minuti

364273741
Cover svedese:
30141514

Recensioni:
http://www.skd.se/2016/05/31/kopplar-grepp-om-knarkvarlden/
http://sverigesradio.se/sida/artikel.aspx?programid=4416&artikel=6444293
http://www.kristianstadsbladet.se/kultur-o-noje/roslund-hellstrom-tre-minuter/
http://www.gp.se/kultur/kultur/roslund-hellström-i-knarkets-kärna-1.1746097

In Italia:
http://thrillernord.it/tre-minuti/

Fiabe svedesi

Dopo quelle lapponi, danesi ed islandesi arrivano, dall’editore Iperborea, le Fiabe svedesi, volume a cura di Bruno Berni; è una selezione dalle Svenska folk-sagor ock äfventyr raccolte nell’800 da Gunnar Hylten-Cavallius e George Stephens.
Iperborea, ottobre 2017, pp.185, 16 euro.

https://www.goodreads.com/book/show/36052775-fiabe-svedesi
36052775

Qui l’originale:
https://archive.org/details/svenskafolksago00stepgoog

I romanzi più venduti in Svezia nel 2016

Parliamo di classifiche di vendita dei libri in Svezia, partendo dai quattro titoli di narrativa più venduti nel 2016:
Se al primo posto troviamo Kaninjägaren di Lars Kepler (ovvero Il cacciatore silenzioso), in seconda posizione c’è l’Italia. con Min fantastiska väninna (L’amica geniale) di Elena Ferrante.
Al terzo posto Leif G.W. Persson con Kan man dö två gånger?, non ancora tradotto in italiano, ed al quarto David Lagercrantz con Det som inte dödar oss (Quello che non uccide), quarto capitolo della saga Millennium, originariamente di Stieg Larsson.
(Dati della Svensk Bokhandel)

33000501

27834741

32189289

Crimine in Svezia. La realtà oltre la narrativa gialla.

Non solo thriller e crime stories. Qual’è la situazione dell’ordine pubblico in Svezia? Quanti delitti nel 2016? Trovate i dati, appena forniti dal Brå (Brottsförebyggande rådet), il Consiglio nazionale svedese per la prevenzione del crimine, nei link seguenti:

brc3a5

http://www.bra.se/
Le statistiche per il 2016:
http://www.bra.se/bra/nytt-fran-bra/arkiv/press/2017-03-30-slutlig-brottsstatistik-2016.html
In inglese:
http://www.bra.se/bra/bra-in-english/home.html

Ed i fatti su immigrazione e crimine, sul sito del governo:
http://www.government.se/articles/2017/02/facts-about-migration-and-crime-in-sweden/

1490951684_lethal-violence

Il grafico illustra il trend degli omicidi dal 2002. La linea scura mostra il totale, quella più chiara i casi con vittime femminili, quella media i casi con vittime maschili. Foto: Brå